EntiOnLine
Categorie
indietro
07/09/2021 All Digital Entionline > Sorveglianza collaborativa > CODICE DI COMPORTAMENTO

Il Servizio digitale on line All Digital effettua, d'ufficio, attraverso il Responsabile All Digital coadiuvato dagli gli assistenti che compongono lo Staff operativo dell'Ufficio e Responsabile medesimo, l'attività di vigilanza e, nell'ambito di tale funzione, svolge periodiche verifiche e controlli, online e con modalità ICT, sull’attuazione degli adempimenti che i dirigenti, i responsabili di posizioni organizzative e i dipendenti effettuano nel sito istituzionale dell'amministrazione medesima, nell'Albo pretorio on line e in Amministrazione trasparente.

Il controllo dell’Ufficio è di natura COLLABORATIVA e in funzione di SUPPORTO E CONSULENZA. Rientra nell'intervento:

INTERVENTO DI SORVEGLIANZA > CODICE DI COMPORTAMENTO - Tustena.CompanyName

Di seguito il PROMEMORIA e ISTRUZIONI della Sorveglianza in oggetto.

Il documento è riservato agli abbonati

Per qualsiasi informazione inerente i prezzi o le modalità di effettuazione del servizio, contatta l'agente di zona oppure scrivi a info@entionline.it
o telefona allo 030/2531939.

PROMEMORIA

Il Servizio All Digital ricorda che, per le ragioni sopra indicate, il nuovo Codice di Comportamento dovrebbe prevedere:

- disposizioni sulla transizione digitale e in materia di sicurezza informatica.

A titolo di esempio, non esaustivo, si riportano gli articoli sulla transizione digitale e in materia di sicurezza informatica da inserire nell' aggiornamento del Codice di comportamento:

Art. XX – Transizione al digitale

  1. Il dipendente favorisce il processo di transizione al digitale, collaborando all’attuazione di tutte le iniziative dell’ente legate al digitale, anche per quanto riguarda la realizzazione degli atti e l’attuazione delle pianificazioni e programmazioni previste dal Piano Triennale dell’informatica e di transizione al digitale dell’ente.

Art. XX – Sicurezza informatica

  1. L’uso di tutti gli strumenti IT, sia che si tratti di software o di hardware, messi a disposizione dall'Ente, è limita­to alle prestazioni lavorative.
  2. Lo scenario delle minacce cibernetiche è in continua evoluzione, a causa della loro estensione e velocità questi rischi sono sempre più imprevedibili e rapidi.
    A titolo esemplificativo e non esaustivo, si riportano alcuni accorgimenti che il dipendente deve osservare al fine di mitigare il livello di rischio informatico dell’Ente:
  3. a) Aderire ai percorsi formativi proposti dall’Ente, in tema di Cyber Security al fine di prevenire tecniche di Social Engineering (es. Phishing, Quid Pro Quo ecc.)
  4. b) Evitare di accedere ai dati dell’Ente utilizzando un computer sprovvisto di protezione.
  5. c) Non lasciare incustodite in ufficio informazioni di natura sensibile.
  6. d) Spegnere o Bloccare computer e telefoni cellulari quando non sono in uso.
  7. e) Proteggere con adeguate password documenti e dispositivi di qualsiasi natura.
  8. g) Non connettere all’infrastruttura dell’Ente dispositivi non autorizzati .
  9. h) Evitare di installare programmi non autorizzati sui computer utilizzati al lavoro.
  10. i) Avvisare immediatamente il proprio responsabile in presenza di comportamenti anomali o sospetti durante l’utilizzo dei dispositivi.
  11. l) Osservare quanto indicato nel piano triennale per l’informatica dell’Ente, con particolare attenzione alle sezioni/capitoli che trattano tematiche relative alla sicurezza informatica, ivi compresa la formazione in tema di Cyber Security Awareness (consapevolezza del rischio cibernetico).

Altri articoli che possono essere considerati per l'aggiornamento del Codice di comportamento sono:

  • Gli articoli bis:
    • Svolgimento di attività extraistituzionali da parte dei dipendenti;
    • Responsabilità specifica dei soggetti che gestiscono le segnalazioni di cui all'art. 54 bis del d. lgs. 165/2001;
    • Rapporti con i portatori di interessi;
    • Disposizioni particolari per i titolari di posizione organizzativa e per coloro che operano negli uffici di diretta collaborazione delle autorità politiche (art. 13 del D.P.R. 62/2013);
    • Transizione al digitale;
  • Gli articoli ter:
    • Disposizioni particolari per i lavoratori dell’Ufficio Ispettivo;
    • Sicurezza informatica;
  • Gli articoli quater:
    • Disposizioni particolari per i lavoratori agili;
    • Salute e sicurezza sul posto del lavoro.

ISTRUZIONI

Il Servizio digitale on line All Digital sollecita l'Ente, qualora non abbia già adempiuto, a:

- aggiornare il Codice di comportamento tempestivamente, inserendo anche disposizioni sulla transizione digitale e in materia di sicurezza informatica.

Ringraziando, sin da ora, per la preziosa collaborazione prestata, i Professionisti del Servizio digitale on line All Digital restano a disposizione per ogni ulteriore approfondimento ed informazione ritenuti necessari.

Molto cordialmente

All Digital Entionline > Servizio digitale on-line in cloud e con tecnologia ICI di supporto specialistico per la trasformazione digitale

Copyright © GruppoMaggioli srl - Tutti i diritti riservati

Categorie
Parole chiave
Banca dati